Porte Contarine

Tra i più importanti passaggi fluviali della città, l’arto delle Porte Contarine fu eretto nel secolo XIII dal governo del Podestà Contarini. Collegava la città di PAdova alla laguna, con la convergenza in esso di due canali navigabili, il Naviglio Interno e il Piovego. Tra le targhe ancora leggibili, nella zona adiacente la conca vi si possono ancora leggere i pedaggi e i tipi di barche cui era concesso accedere alla porta. Alle Porte Contarine è legato l’episodio dell’elettrificazione della città a inizio ‘900. Difatti sfruttando la capacità elettrica prodotta dalla caduta d’acqua nella conca, furono elettrificate le prime lampadine della città. Fatto storico che non può che essere, per Irruzioni, segno di buon auspicio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *