Categoria: Evento

6 Aprile 2019, 15:00 – 18:00

Passeggiate poetiche – Irruzioni performative in città

Le associazioni locali e internazionali parteciperanno con inedite peripezie urbane appositamente studiate per l’occasione. Nelle strade, sui ponti, sotto ai portici, danze, improvvisazioni, performance teatrali e poetiche. Con: AcrobaticYoga, Auló Teatro, C(H)IQ, Dimateria, Compagnia Teatrale Universitaria Mit-sein, Ottavo Giorno, Pablo Cortello, Paris Lit Up, Piano T Associazioneculturale, Spazio Danza, Teatro delle Correnti, Tokoyami, VIAdanza, Xearte.

6 Aprile 2019, 10:15 – 13:00

Perfiume – performance in due atti per tre esecutori e tre barche su un corso d’acqua

Concerto unico, a bordo di barche tradizionali della laguna veneziana, su partiture appositamente scritte dai maestri Enrico Gabrielli e Sebastiano de Gennaro. Musiche a cura di 19’40” e SottoSuono con Gianni Chi (fisarmonica) – Sebastiano De Gennaro (percussioni) – Mario Frezzato (oboe). In collaborazione con Amissi del Piovego, Scuola di Voga Veneta Zonca, TVB – Traditional Venetian Boats e Gruppo Remiero Meolo.

5 Aprile 2019, 21:00

Poetry Slam

Gara poetica per atleti della parola. MC Alessandra Racca (con un estratto del suo spettacolo “Mia zia era vintage”) partecipano: Ali Casadei – Rachele Pavolucci – Eugenia Galli – Eugenia Giancaspro – Carolina Camurati – Wissal Houbabi in collaborazione con LIPS – Lega Italiana Poetry Slam.

5 Aprile 2019, 20:00

Il seme dell’abbraccio

Concerto per poesia, musica e canzone. Con Silvia Salvagnini, Nico De Giosa, Alessandra Trevisan e Marco Maschietto. I testi poetici diventano frammenti vocali. La poesia è letta e collocata nella dimensione di un ascolto lieve, empatico e vivo; così la musica insieme alle immagini, che danno spazio e nuova necessità alle parole. Testi tratti da Il seme dell’abbraccio (Bompiani) di Silvia Salvagnini.

5 Aprile 2019, 17:00

Abitudini sospese

Arte e filosofia come forme di sospensione dell’ordinario. Con gli ospiti indagheremo i modi in cui l’arte e la filosofia chiedono, in modi diversi, una qualche forma di sospensione delle pratiche discorsive ordinarie. Una sorta di dissoluzione – più o meno duratura – delle abitudini consolidate di rapporto con il mondo. Incontro con Felice Cimatti (filosofo) e Luca Illetterati (filosofo). Modera Vincenzo Romania.