Tag: 5 Aprile 2018

5 Aprile, 21:00 – 23:00

Doppio Spettacolo all’insegna del Reading di eccezione. Dalle ore 21.00, Francesco Maino e il suo “La Forza LAvoro”:
Il titolo “la forza lavoro” rende (4%) alla Borsa delle Lettere la sommersa semantica di tre “interessanti” oggetti immateriali: una prefestiva sesta nota (la…?), la modestia della Finanza giovine (forza…?), una teoria gender della Dignità (lavoro…?); la combinazione alchemica degli obietti disvela, come “il sogno di un’ombra”, l’inesplorata e misteriosa: “laforzalavoro”, straparola global, “altrove” dispolitico, “loco scemo”, tragedia a voucher… EBBENE: le voci di alcuni scrittori del modernariato italiano – Parise, Bianciardi, Volponi – proveranno a “uccidere il capro” e servire a mo’ di libro-corda-imago il sindacato al sangue, il capitale al dente, il lavoro in brodo… nel mondo de “laforzalavoro” (tuttattaccato…) l’autocoscienza dei lavoratori rivive in endovena, giuliva, con l’automazione… e le Muse, ovviamente, si fanno vegane…
con Francesco Maino, Paolo Brusò (musiche) e Marco Maschietto (video).

A seguire Max Collini reciterà – in perfetta solitudine – i racconti che ha scritto in prima persona e che più hanno caratterizzato il suo percorso artistico, dagli Offlaga Disco Pax a Spartiti. Insieme ad essi verranno rivisitati anche alcuni testi degli autori contemporanei più amati e che hanno significativamente influenzato la sua scrittura, oltre a qualche inedito rimasto fino ad oggi solo sulla carta. Ascolterete storie ironiche, personali, intimissime, universali. Non ne resterete indifferenti, perché nessuno resta indifferente quando incontra la parte di sé che credeva di avere perso

5 Aprile, 19:00 – 20:00


Aperitivo con Svevo Moltrasio (autore e protagonista) e Cristian Zanin (fotografia) della webserie cult Ritals. Ritals racconta, con tono ironico e irriverente, le vicende di due italiani espatriati a Parigi. Svevo e Federico, protagonisti della serie, si trasferiscono in Francia dove l’erba sembra più verde ma si ritrovano a dover affrontare scontri culturali e falsi miti. Con uno sguardo grottesco si raccontano le disavventure, la quotidianità, gli stereotipi, le aspirazioni e le frustrazioni dell’essere emigrati. Alla ricerca dell’integrazione coi francesi ci si scopre essere -nel bene e nel male- molto italiani, in un gioco di critica, autocritica e commedia all’italiana.
Durante l’evento verranno proiettati alcuni episodi della serie.

5 Aprile, 17:30 – 19:30


Il libro La poesia italiana degli anni duemila di Paolo Giovannetti, pubblicato da Carocci editore, offre una miriade di spunti per riflettere sulle forme attuali della poesia, che resiste e si rinnova, intraprendendo originali percorsi mediali, ricordandoci la sua fragile, disperata, necessità.
Si discuterà di poesia oltre la lirica, il suo essere ricerca penetrante, voce e corpo, oralità e performance, il suo rapporto con la rete, nel tentativo di fornire un percorso di lettura multiforme.
Intervengono: l’autore Paolo Giovannetti (IULM – Milano), Lello Voce (poeta), Stephanie Papa (USA, editrice Paris Lit Up) e Naniso Tswai (Sudafrica, presidente Berlin Spoken Word).

5 Aprile, 17:00 – 18:00


L’autore Svevo Moltrasio è un italiano in fuga, un romano trapiantato a Parigi. Nel suo romanzo, pubblicato da Sperling&Kupfer, con lo stile diretto e irriverente che ha conquistato i fan della web serie Ritals, ci racconta la sua storia, il suo rapporto di amore e odio con la capitale francese e quella insopprimibile nostalgia che tutti gli italiani all’estero, per amore o per forza, conoscono bene.