24 Ottobre, 21.00

Se fossi la tua ombra, mi allungherei a mezzogiorno

Storia perfetta dell’errore

  • [exclude]Protagonisti: [/exclude]

    Roberto Mercadini

    [exclude]Luoghi:[/exclude] [exclude]Eventi:[/exclude] Roberto Mercadini è nato a Cesena nel 1978. Con oltre 150 date all’anno, porta in giro per la Romagna e per il resto d’Italia i suoi monologhi. Su temi che spaziano dalla Bibbia ebraica all’origine della filosofia, dall’evoluzionismo alla felicità. Fra i suoi monologhi: Fuoco nero su fuoco bianco – un viaggio nella …

    Posted in Protagonisti | Tagged | Leave a comment
  • [exclude]Luoghi: [/exclude]

    Centro Culturale San Gaetano

    [exclude]Protagonisti:[/exclude] [exclude]Eventi:[/exclude] Il Centro Culturale San Gaetano è l’agorà di Padova. Spazio nato nel 2008 dalla ristrutturazione dei vecchi tribunali, conta 12000 metri quadrati aperti al pubblico. Pensato su cinque livelli, innumerevoli sale dedicate a mostre, concerti, spettacoli, convention e una attività quotidiana rivolta a universitari e studenti in genere, con una biblioteca e il …

    Posted in Luogo | Tagged | Leave a comment



Sabato 24 Ottobre 2020

ore 21.00

Auditorium San Gaetano

Via Altinate, 71 – Padova



Tutte le storie che conosco, tutte le storie che mi si affacciano alla mente sembrano affermare la medesima cosa.

E cioè che l’errore è il battito di coda dell’esistenza, il modo in cui essa procede e si traccia una strada nelle tenebre.


Qui ho messo insieme alcune di quelle storie.


Ho composto un inno allo sbaglio che migliora, alla perdita che arricchisce, alla caduta che innalza, alla difficoltà che mette le ali ai piedi, alla pecca che si rivela –infine- una forma superiore di perfezione.


Questo è un monologo ancestrale e, contemporaneamente, un monologo storico.


In che senso? Nel senso che racconta di come è comparsa e si è evoluta la vita sulla Terra. Ma ad ogni evento ancestrale narrato, poi, collega un avvenimento storico, un personaggio del passato (Galileo, Michelangelo ecc.).


Certo, alcuni parallelismi potrebbero sembrare un po’ azzardati, un po’ troppo acrobatici.


Tuttavia, credo, le storie si chiamano fra di loro. Si toccano. Gettano l’una sull’altra luce.

Anzi, forse ogni storia è rivolta ad ognuno di noi; e vuole chiamarci, toccarci, illuminarci.





BIGLIETTI:
13€ + ddp | 15€ alla porta


PREVENDITE QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *