Autore: wp_8176503

17 Settembre 2021, 18.00

Le nature della natura

Dialogo fra Luca Illetterati (UniPd) e Lucio Montecchio (UniPD)



Venerdì 17 Settembre 2021

ore 18.00



Giardini dell’Arena

Corso Giuseppe Garibaldi – Piazza Eremitani – Padova




Rendere plurale il termine natura, provare a vedere in quanti sensi può essere declinata per liberarsi di un’idea monolitica del naturale.

La natura sono sì le rocce, le piante, gli animali, le nuvole, i fenomeni climatici, ma cosa tiene insieme questa pluralità?

Concentrandosi troppo sul singolare non rischiamo di ridurre tutto a un’unica sostanza che annulla le differenze? Non passa anche da qui una diversa cultura dell’ambiente?






ENTRATA AD OFFERTA LIBERA

Lucio Montecchio


Lucio Montecchio è Professore ordinario all’Università di Padova, dove insegna Salute e benessere degli alberi e Forest pathology.

È autore di numerose pubblicazioni scientifiche e tecniche ed è consulente di prestigiose istituzioni nazionali e internazionali.

Nel 2018 il Financial Times lo ha definito “l’uomo che salva gli alberi”.

Questo libro propone una selezione di racconti tratti dal blog alberiesperti.it, già oggetto di reading musicali in varie manifestazioni a tema ambientale e dell’attenzione di trasmissioni televisive e radiofoniche.

16 Settembre 2021, 18.00

FIGHT CLUB POETRY SLAM

Rimescolate vs Ripescati dalla Piena



Giovedì 16 Settembre 2021

ore 18.00

Giardini dell’Arena

Corso Giuseppe Garibaldi – Piazza Eremitani – Padova



Il collettivo padovano Rimescolate sfida quello fiorentino Ripescati dalla Piena in uno scontro in cui le classiche regole del poetry slam vengono stravolte.
A vincere sarà il collettivo con i versi migliori.



A condurre la serata un MC d’eccezione: Giuliano Logos, campione poetry slam del mondo 2021






ENTRATA AD OFFERTA LIBERA

15 Settembre 2021, 21.00

Quello che ho capito di De Andrè



Mercoledì 15 Settembre 2021

ore 21.00

Giardini dell’Arena

Corso Giuseppe Garibaldi – Piazza Eremitani – Padova



Fabrizio De André, una delle figure più significative e influenti del panorama culturale italiano viene raccontata e riletta attraverso canzoni scomposte, storie di vita vissuta, errori, conflitti personali
affiancati a quelli storici e politici del nostro Paese.


Per Federico Dragogna (I Ministri):
“Fabrizio De André è una bomba disinnescata dalla teca che molti si sono affrettati a costruirgli attorno, e che permette oggi a un qualsiasi politicante di citarlo e appropriarsene anche solo per un tweet.

Proprio in tempi in cui un’ombra sul curriculum può distruggerti la vita, si sceglie un anarchico
tesserato, bevitore accanito, fumatore accanito, figlio di papà e bestemmiatore come Maestro:
siamo un Paese di ribelli o un rehab per ribelli?

Di certo, tutto ciò che ha scritto e tutto ciò che scelse di vivere hanno ancora un’energia che
nessun tweet o discorso ufficiale può sopprimere.

Di questa energia, anche quando sporca e radioattiva, ne ho approfittato per anni – e ho deciso di
raccontarla in un breve testo che parla di me, di lui e della libertà di scegliere la strada sbagliata.
Non è un concerto e non è un reading, eppure c’è della musica (suonata e non) e io che leggo delle
cose: che cos’è lo scoprirò anch’io insieme a chi mi sarà davanti”.





ENTRATA AD OFFERTA LIBERA

Le Ortique


Le Ortique ovvero del canone deformato

PREMESSA

Schiacciate dalla storia, dal corso incontrollato degli eventi, dall’affermarsi dei canoni e dall’accentramento dei poteri costituiti, molte artiste donne non sono riuscite a essere realmente protagoniste del loro tempo. Il nostro gruppo si propone di ripensare proprio a loro. Di ripensare a tutte quelle protagoniste mancate – artiste, scrittrici, poete – che per diverse ragioni non sono riuscite a vivere e sopravvivere al loro tempo. Siamo consapevoli infatti che le loro visioni, il loro immaginario, la loro poetica risuonino ancora di significato e sarebbe davvero imperdonabile dimenticarle nel silenzio degli archivi, lasciandole ancora una volta senza volto e senza voce.

CHI SIAMO/ MISSIONE

Siamo un gruppo di poete, scrittrici e studiose contemporanee che hanno deciso di riunirsi per approfondire, creare, ricercare, discutere. Abbiamo esperienze di vita, di studio e background differenti. Non abbiamo un’etichetta di appartenenza né una scuola di riferimento; ognuna di noi viene da luoghi diversi e ha sperimentato l’attivismo in letteratura o in altro ambito senza mai partecipare a un collettivo di artiste come quello odierno. Ci unisce il credere che siano molte le voci delle artiste donne dimenticate che meritino uno spazio e un’occasione di approfondimento. Troppo spesso, voci autorevoli e di pregio sono state soppresse, silenziate, isolate, messe a tacere, imperdonabilmente consegnate all’oblio. La nostra missione vuole essere questa: dare loro una seconda possibilità di vita, una seconda voce. Il nostro intento è quello di divulgare e comunicare senza rinunciare all’essenzialità della parola. Ecco cosa faremo: proporremo interviste a artist*, studios*, archivist*, attivist*; tradurremo poete mai tradotte e scrittrici di diversi paesi; realizzeremo dei podcast e dei video; creeremo delle canzoni e delle opere d’arte visiva; lanceremo eventi, open mic, happening, occasioni d’incontro aperte a tutti.

PROMESSA

Ci impegniamo a rifiutare partecipazioni in cui riteniamo che non sia garantita l’equa rappresentanza di genere.

15 Settembre 2021, 18.00

Le Ortique leggono le autrici dimenticate



Mercoledì 15 Settembre 2021

ore 18.00

Sala Rossini – Caffè Pedrocchi

Via VIII Febbraio, 15 – Padova



Il collettivo di autrici Le Ortique ridarà voce ad alcune artiste dimenticate.

Veronica Chiossi, Alice Girotto, Chiara Pini e Alessandra Trevisan selezioneranno e leggeranno testi e poesie di alcune scrittrici, poete, giornaliste e artiste che nella storia delle rispettive arti non hanno avuto credito e riconoscimento rimanendo in secondo piano, sottaciute, dimenticate




Prenotazione obbligatoria gratuita : QUI


leortique.wordpress.com

6 Settembre 2021, 18.00

ANTEPRIMA #IRRUZIONI2021

Sulla trasparenza

Lezione di Vincenzo Romania (UniPd)



Lunedì 6 Settembre 2021

ore 18.00

Sala Carmeli

Via Galileo Galilei, 36 – Padova



Il tema che affronteremo a IRRUZIONI 2022 sarà la trasparenza.

Da tempo stiamo elaborando alcune riflessioni collettive sull’attraversamento funzionale degli spazi che si vorrebbe sempre più trasparente e di come questo concetto, esasperato dal dominio dell’esposizione, porti inevitabilmente ad un depotenziamento della performatività a livello artistico.






Prenotazione obbligatoria gratuita : QUI

16 Settembre 2021, 21.00

I modi della potenza

Dialogo fra Marcello Ghilardi e Adone Brandalise

musicato da Sebastino De Gennaro e Yoko Moorimyo del collettivo 19’40”



Giovedì 16 Settembre 2021

ore 21.00

Giardini dell’Arena

Corso Giuseppe Garibaldi – Piazza Eremitani – Padova




Alcune possibili declinazioni della nozione di potenza intrecciano esperienze e ambiti di riflessione diversi: dalla metafisica all’arte, alla letteratura, alla strategia.

Si cercherà di attraversare ed esplorare alcune di queste forme o “modi” della potenza, ponendo in dialogo tradizioni di pensiero distanti nel tempo e nello spazio, dal pensiero greco antico a quello cinese e giapponese e andando a vedere, in che modo, la letteratura possa essere uno strumento della potenza del dire e dell’immaginare.




19’40” è una collana discografica su abbonamento creata da Sebastiano De Gennaro, Enrico Gabrielli e Francesco Fusaro, in collaborazione con Tina Lamorgese con un approccio colto e antiaccademico. 19’40” rappresenta un territorio di sperimentazione di repertori trasversali e prassi esecutive (seriamente) ludiche.






ENTRATA AD OFFERTA LIBERA