Tag: 26 Marzo 2020

26 Marzo 2020, 18.00

La letteratura, l’immaginazione e la potenza creatrice



Giovedì 26 Marzo 2020

ore 18.00

Auditorium San Gaetano

Via Altinate, 71 – Padova



Adone Brandalise terrà in esclusiva per IRRUZIONI 2020 una lezione musicata su come la letteratura possa essere uno strumento della potenza del dire e dell’immaginare, quale creazione del mondo e della sua rappresentazione.



La scrittura, e in particolare la poesia, danno infatti corpo al pensiero, al divenire e alla possibilità dell’essere, invadono lo spazio fra l’azione e la contemplazione, fra la dynamis e l’accadimento, fra il vuoto e la realizzazione.


La lezione-spettacolo si articolerà in tre parti in cui gli interventi si alterneranno alle musiche del collettivo 19’40” (Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro) che esprimeranno la la forza dei suoni organizzati in musica, una forma aperta ed inafferrabile, dando prova di puro esempio di energia potenziale sonora.


Per l’occasione eseguiranno:

– Letter Piece N5 di Matthew Shlomowitz (5 min)

– Workers Union di Louis Andriessen (15min)

– Clapping Music di Steve Reich (5min)



Introduce l’incontro: Vincenzo Romania





BIGLIETTI:
7€ interi | 2€ studenti fino ad esaurimento posti


PREVENDITE QUI

26 Marzo 2020, 21:00

Quello che ho capito di De Andrè



Giovedì 26 Marzo 2020

ore 21.00

Auditorium San Gaetano

Via Altinate, 71 – Padova



Fabrizio De André, una delle figure più significative e influenti del panorama culturale italiano viene raccontata e riletta attraverso canzoni scomposte, storie di vita vissuta, errori, conflitti personali
affiancati a quelli storici e politici del nostro Paese.


Per Federico Dragogna (I Ministri):
“Fabrizio De André è una bomba disinnescata dalla teca che molti si sono affrettati a costruirgli attorno, e che permette oggi a un qualsiasi politicante di citarlo e appropriarsene anche solo per un tweet.

Proprio in tempi in cui un’ombra sul curriculum può distruggerti la vita, si sceglie un anarchico
tesserato, bevitore accanito, fumatore accanito, figlio di papà e bestemmiatore come Maestro:
siamo un Paese di ribelli o un rehab per ribelli?

Di certo, tutto ciò che ha scritto e tutto ciò che scelse di vivere hanno ancora un’energia che
nessun tweet o discorso ufficiale può sopprimere.

Di questa energia, anche quando sporca e radioattiva, ne ho approfittato per anni – e ho deciso di
raccontarla in un breve testo che parla di me, di lui e della libertà di scegliere la strada sbagliata.
Non è un concerto e non è un reading, eppure c’è della musica (suonata e non) e io che leggo delle
cose: che cos’è lo scoprirò anch’io insieme a chi mi sarà davanti”.





BIGLIETTI:
5 €


PREVENDITE QUI