Tag: resta-zanzotto

31 Marzo 2022, 21.00

Quel che resta di Zanzotto

Dialogo fra Felice Cimatti (filosofo – UniCal; conduttore Rai Radio 3)

e

Luca Illetterati (filosofo – UniPD)




musicato dal trio:

Agnese Amico (violino), Nina Baietta (voce) ed Enrico Milani (violoncello)

  • [exclude]Protagonisti: [/exclude]

    Felice Cimatti

    [exclude]Luoghi:[/exclude] [exclude]Eventi:[/exclude] Filosofo e professore

    Posted in Protagonisti | Tagged | Leave a comment

    Luca Illetterati

    [exclude]Luoghi:[/exclude] [exclude]Eventi:[/exclude] Luca Illetterati (1963) è Professore Ordinario di Filosofia Teoretica presso il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata dell’Università degli Studi di Padova. Ha pubblicato numerosi saggi in riviste italiane e straniere e diversi volumi, tra i quali: “Hegel” (Carocci, 2010); “La filosofia come esperienza del pensiero e scienza della libertà. Un …

    Posted in Protagonisti | Tagged | Leave a comment
  • [exclude]Luoghi: [/exclude]

    Centro Culturale San Gaetano

    [exclude]Protagonisti:[/exclude] [exclude]Eventi:[/exclude] Il Centro Culturale San Gaetano è l’agorà di Padova. Spazio nato nel 2008 dalla ristrutturazione dei vecchi tribunali, conta 12000 metri quadrati aperti al pubblico. Pensato su cinque livelli, innumerevoli sale dedicate a mostre, concerti, spettacoli, convention e una attività quotidiana rivolta a universitari e studenti in genere, con una biblioteca e il …

    Posted in Luogo | Tagged | Leave a comment



Giovedì 31 marzo 2022

ore 21.00



Auditorium San Gaetano

Via Altinate, 71 – Padova




Cosa rimane della poesia di Andrea Zanzotto?

Sfogliando la recente riedizione a cura di Padova University Press di “Dietro il paesaggio”, opera d’esordio di Andrea Zanzotto, “balena la capitale questione dell’autonomia formale della poesia come ultima forma di resistenza”.

A partire dalla rilettura di questa opera riemergono le tematiche care al poeta in tutta la loro complessità: i problemi cruciali della poesia moderna, la psicoanalitica di Lacan, la sfida del sublime, lo scandalo del “non farsi capire”, il confronto della parola poetica con l’impossibile a dire e il sempre presente spazio visivo del paesaggio.



Il trio composto da Agnese Amico (violino), Nina Baietta (voce) ed Enrico Milani (violoncello) interpreta le suggestioni evocate da una selezione di poesie di Andrea Zanzotto in musica, manifestando non il contenuto delle stesse, bensì la forma e la struttura interna che richiama la dimensione di ricerca che sta alla base del linguaggio dell’improvvisazione libera.






INGRESSO GRATUITO – OBBLIGO DI GREEN PASS RAFFORZATO