Categoria: Protagonisti

Beppe Casales


Beppe Casales lavora come attore professionista dal 1998. Ha lavorato tra gli altri con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Michela Cescon, Mirko Artuso.

Dagli anni 2000 la sua ricerca artistica si concentra sul teatro di narrazione, un teatro popolare.

Seguendo una continua ricerca di un linguaggio originale ha messo in scena “Salud”, “Einstein aveva ragione”, “Appunti per la rivoluzione”, “La spremuta – Rosarno, migranti, ‘ndrangheta” (selezionato per il Torino Fringe Festival 2013 e vincitore del premio “LiNUTILE del teatro” 2013), “L’albero storto – una storia di trincea” (selezionato come miglior drammaturgia e finalista al Fringe Festival di Roma), “Welcome” (patrocinato da Amnesty International Italia), “Nazieuropa” (vincitore del bando Theatrical Mass 2019) e “Cara professoressa”.

Ha fatto parte di CRISI, laboratorio di scrittura permanente a cura di Fausto Paravidino, progetto del Teatro Valle Occupato.

Miguel Vila


Miguel Vila è nato a Padova nel 1993.

Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bologna, e Padovaland (Canicola, 2020) è il suo primo graphic novel.

Eliana Albertini


Eliana Albertini nasce ad Adria (Ro) nel 1992.

Luigi Meneghello, apprendista italiano (2017) e Malibu (2019) sono i suoi libri pubblicati per Beccogiallo, Cambi di posto per Coconino/Fandango (2020).

Vive in un paesino sul Delta del Po.

Giada Peterle

Hi, I’m Giada Peterle.

I’m an Italian cultural geographer and comics author. I teach ‘Literary Geography’ and ‘Creative Communication and Landscape Storytelling’ at the University of Padua. Working on ‘narrative geographies’ in the emerging field of the geohumanities, my research interests lie in the interconnections between geography, literature, comics, creative mapping, narrative, and art-based practices.



I’m author of the book Comics as a Research Practice: Drawing Narrative Geographies Beyond the Frame (Routledge 2021) and my works have been published in international journals, among which Social & Cultural Geography and Cultural Geographies.



As a comics author I published the children book La geografia spiegata ai bambini (BeccoGiallo 2020) and co-edited with Adriano Cancellieri the comic book anthology on Italian peripheries Quartieri. Viaggio al centro delle periferie italiane (Becco- Giallo 2019). My newest geoGraphic project is title Lines. Moving with stories of public transport in Turku (BeccoGiallo 2021).

Workshop studenti universitari

Gabriella Greison

Gabriella Greison è fisica, scrittrice, giornalista professionista, performer teatrale. Ha conseguito la laurea in fisica nucleare a Milano.

Ha ottenuto l’abilitazione all’insegnamento della fisica e della matematica, ha lavorato come insegnante diversi anni nei licei milanesi e successivamente romani.


Ha lavorato due anni all’Ecole Polytechnique di Parigi (referente dott. Francois Amiranoff).

Ha lavorato diversi anni al museo della scienza di Milano. Ha creato trasmissioni radiofoniche e televisive.

Ha scritto su riviste e quotidiani. E’ genovese di origini scozzesi. Attualmente vive in Italia, tra Milano e Genova.




E’ stata definita “la donna della fisica divulgativa italiana” (Huffington Post), “la rockstar della fisica” (Corriere della Sera), “il volto rivoluzionario della scienza in Italia” (GQ), di lei hanno scritto “ha creato un nuovo filone che non esisteva prima, con i suoi racconti di fisica romanzata a teatro e nei suoi romanzi” (Repubblica). I suoi libri sono tradotti all’estero. Per i suoi lavori su Marie Curie è stata intervista da una rivista polacca, per quelli su Mileva Maric da giornali, tv e riviste serbe, per i suoi monologhi teatrali (che porta in scena anche oltre confine) da riviste e giornali americani, tedeschi, francesi.



Scrive romanzi con la fisica a far da sfondo. I suoi lavori ruotano su tre argomenti: fisica quantistica (clicca), donne della scienza (clicca), fisici del XX secolo.




Ha creato un metodo di divulgazione della fisica tutto suo, “esiste un ‘Metodo Greison’” (come dice Repubblica).




E’ una studiosa. Prima di scrivere un libro (ne sono stati pubblicati 8 finora -> clicca) si documenta e va sul posto dove sono avvenuti i fatti, intervista, discute, per ricreare in romanzi storici gli avvenimenti. Dai suoi libri (e le sue ricerche) crea gli spettacoli teatrali (all’attivo 9 finora -> clicca), che porta in scena lei stessa.

Lucio Montecchio


Lucio Montecchio è Professore ordinario all’Università di Padova, dove insegna Salute e benessere degli alberi e Forest pathology.

È autore di numerose pubblicazioni scientifiche e tecniche ed è consulente di prestigiose istituzioni nazionali e internazionali.

Nel 2018 il Financial Times lo ha definito “l’uomo che salva gli alberi”.

Questo libro propone una selezione di racconti tratti dal blog alberiesperti.it, già oggetto di reading musicali in varie manifestazioni a tema ambientale e dell’attenzione di trasmissioni televisive e radiofoniche.

Le Ortique


Le Ortique ovvero del canone deformato

PREMESSA

Schiacciate dalla storia, dal corso incontrollato degli eventi, dall’affermarsi dei canoni e dall’accentramento dei poteri costituiti, molte artiste donne non sono riuscite a essere realmente protagoniste del loro tempo. Il nostro gruppo si propone di ripensare proprio a loro. Di ripensare a tutte quelle protagoniste mancate – artiste, scrittrici, poete – che per diverse ragioni non sono riuscite a vivere e sopravvivere al loro tempo. Siamo consapevoli infatti che le loro visioni, il loro immaginario, la loro poetica risuonino ancora di significato e sarebbe davvero imperdonabile dimenticarle nel silenzio degli archivi, lasciandole ancora una volta senza volto e senza voce.

CHI SIAMO/ MISSIONE

Siamo un gruppo di poete, scrittrici e studiose contemporanee che hanno deciso di riunirsi per approfondire, creare, ricercare, discutere. Abbiamo esperienze di vita, di studio e background differenti. Non abbiamo un’etichetta di appartenenza né una scuola di riferimento; ognuna di noi viene da luoghi diversi e ha sperimentato l’attivismo in letteratura o in altro ambito senza mai partecipare a un collettivo di artiste come quello odierno. Ci unisce il credere che siano molte le voci delle artiste donne dimenticate che meritino uno spazio e un’occasione di approfondimento. Troppo spesso, voci autorevoli e di pregio sono state soppresse, silenziate, isolate, messe a tacere, imperdonabilmente consegnate all’oblio. La nostra missione vuole essere questa: dare loro una seconda possibilità di vita, una seconda voce. Il nostro intento è quello di divulgare e comunicare senza rinunciare all’essenzialità della parola. Ecco cosa faremo: proporremo interviste a artist*, studios*, archivist*, attivist*; tradurremo poete mai tradotte e scrittrici di diversi paesi; realizzeremo dei podcast e dei video; creeremo delle canzoni e delle opere d’arte visiva; lanceremo eventi, open mic, happening, occasioni d’incontro aperte a tutti.

PROMESSA

Ci impegniamo a rifiutare partecipazioni in cui riteniamo che non sia garantita l’equa rappresentanza di genere.

Marcello Ghilardi


Marcello Ghilardi (Milano, 1975) svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Padova e collabora con il Master di Studi Interculturali della stessa Università. È membro del gruppo di ricerca sull’immaginario “Orbis Tertius”, presso l’Università di Milano-Bicocca. Tra le sue pubblicazioni: Cuore e acciaio. Estetica dell’animazione giapponese (Padova 2003); L’enigma e lo specchio. Il problema del volto nell’arte contemporanea (Padova 2006); Giochi di ruolo. Estetica e immaginario di un nuovo scenario giovanile (con I. Salerno, Latina 2007); Una logica del vedere. Estetica ed etica nel pensiero di Nishida Kitaro (Milano, 2009).